Galleria fotografica

Se qualcuno si chiedesse se esista al mondo una terra nella quale la natura è sovrana e si manifesta nelle forme più diverse e spettacolari, e dove l’uomo è soltanto un piccolo ospite, la risposta è: l’Islanda.

Per convincersene, basta assistere al nuovo, straordinario documentario del fotografo naturalista Eugenio Andrighetto che ha realizzato nell’isola con la professionalità del reporter e la sensibilità dell’artista, e poi montato per il suo Visionarium.

Islanda significa ‘terra di ghiaccio’, ma oltre ai ghiacciai quest’isola sperduta nell’Atlantico settentrionale possiede anche vulcani attivi, geyser, cascate, deserti, paesaggi estremi che alternano aridi rilievi a verdi praterie che si specchiano nel blu intenso dei laghi. La prima, ampia parte del documentario (ricco di 240 vedute e della durata di 15 minuti .33 minuti con la seconda parte), è un ricco ‘portfolio’ di immagini che in rapida successione presenta ogni aspetto del territorio, descritto dal chiaro e competente commento di Danila Allaria e Ivano Ferrando.

La seconda parte è composta da 160 immagini tridimensionali (è necessario indossare gli appositi occhiali). Essa propone sei diversi temi: la costa meridionale, con gli iceberg alla deriva, come nel severo ambiente artico; il desolato deserto centrale dello Sprengisandur, dalle bizzarre formazioni rocciose, fra le quali si ripete nella breve estate il miracolo di fioriture stupende; le peculiarità del paesaggio islandese, che colpisce con il verde pastello del muschio lungo i ruscelli e con incredibili distese fiorite e gli inquietanti crateri vulcanici, spesso occupati da laghi, fino ai sereni villaggi di pescatori; le colline di riolite di Landmannalaugar, la maggiore area geotermica dell’isola, con bacini lacustri e sorgenti calde; cascate e arcobaleni, vero trionfo delle acque, ora impetuose come la Dettifoss, ora delicate e romantiche; i geyser e le fumarole, fenomeni secondari del vulcanesimo, sorprendente respiro della terra.

Il documentario è accompagnato da una ricca colonna sonora e alla fine della proiezione offre alcuni effetti speciali di grande suggestione. I testi sono letti da Luisella Berrino, la poesia di Rita de Santis da Maurizio di Maggio.

 Proiezioni sono previste  su richiesta di gruppi (minimo 4): informarsi al numero 0184 206 638     
Maggiori informazioni turistiche su www.islanda.it  

PRESENTATO AL CENTRO ARISTON ROOF DI SANREMO NELLA MANIFESTAZIONE "LA CITTA' DEI RAGAZZI" LUGLIO 2005

I DOCUMENTARI | DICONO DI NOI |HOME PAGE