DOLCEACQUA (IM) BORGO ANTICO - VIA DORIA
visionarium 3-D

I DOCUMENTARI
ATTUALMENTE NON DISPONIBILE: DA DIGITALIZZARE

TANZANIA 
L'alba del mondo (2000) (I)
Il documentario è diviso in due parti. Nella prima, della durata di 10 minuti circa, viene illustrata la spedizione al lago Natron, al vulcano Ol Doinyo Lengai e nel Serengeti, effettuata nel periodo di marzo - aprile, corrispondente alla stagione delle piogge in Tanzania.
Dopo questa introduzione è necessario indossare gli occhiali per seguire i 20 minuti in 3D della seconda parte, che, attraverso immagini spettacolari, musiche ed effetti speciali, presenta "L'alba del mondo" di questo angolo di Africa. Vedrete paesaggi sconfinati di una bellezza struggente, la nobile fierezza delle genti Masai e l'arcaicità di vita dei Boscimani Wahazabe, la ricchezza della fauna selvatica che ci riporta idealmente ai tempi della creazione.
Un documentario per vedere, sentire, pensare, comprendere, per emozionarsi e non dimenticare.
 
 
LA POESIA DEL DOCUMENTARIO

UN’ALBA MIGLIORE

E' GIUNTA INESORABILE LA NOTTE
IN QUESTO LEMBO DI TERRA AFRICANA
E RIPARTE  FATALE IL TORNEO DELLA  SOPRAVVIVENZA,
OVE FRA  MORTE E VITA E' LA SFIDA
COME VUOLE L'IMMENSA PRIMORDIALE NATURA
E DOVE OGNI PASTORE MASAI,
NEL SUO GIACIGLIO DI SOLO ESAUSTO TORPORE, 
GIA' SOGNA D'ESSER
PRESENTE AD UN'ALBA MIGLIORE.

    Giannino Orengo


Da LA STAMPA del 25/10/2000
Tanzania, l'alba del mondo

Enio Andrighetto, l'eclettico fotografo di Dolceacqua ha nuovo materiale da offrire per il suo «Visionarium 3D». L'ultima opera fotografica realizzata in tre dimensioni è «Tanzania, l'alba del Mondo». Un viaggio che Andrighetto ha compiuto tra marzo e aprile scorsi, la stagione cosiddetta «delle piccole piogge» in Africa, catturando immagini meravigliose e in molti casi inedite. Insieme con alcuni compagni di viaggio, anch'essi desiderosi di Natura e avventura, l'autore ha percorso migliaia di chilometri inesplorati del Nord della Tanzania, lo stato che confina con il Kenya attraverso la sterminata pianura del Serengeti: animali popoli, paesaggi e vegetazione spesso lussureggiante che si altema ad aree povere, strangolate dalla siccità. Chi si siede,nel locale di via Doria, a Dolceacqua, compie " viaggio virtuale nelle lande africane, simbolo di tutta la natura mondiale. Non a caso la sequenza di splendide diapositive s'intitola «Tanzania, l'alba del mondo». E lo spettatore compie davvero un viaggio alle origini della vita, dove l'Homo erectus ha gettato le basi per diventare Homo, sapiens, nell'«Olduwai Gorge».
I colori vivacissimi, le immagini perfette sembrano trasmettere il suono profondo dell'Africa Nera, dove morte e vita sono un tutt'uno, a dimostrazione del ciclo etemo dell'esistenza. E l'emozione diventa ancora più forte - quando le diapositive portano lo spettatore nel cratere del vulcano Ol Doinyo Lengai. L'effetto è quello di trovarsi nel primo libro della, Bibbia, la Genesi. E Andrighetto per rendere più viva la sensazione, ha creato nella sale persino l'odore di zolfo che viene emanato dalle bocche fumose del vulcano in contemporanea alle immagini. I commenti, come sempre, sono letti da Luisella Berrino e Fabrizio Monetti. I testi sono di Claudio Pozzati, mentre poesia la conclusiva è di Giannino Orengo 

 

 Argonauti Explorers: www.argonautiexplorers.it

 

I DOCUMENTARI | DICONO DI NOI | HOME PAGE
DOLCEACQUA (IM) BORGO ANTICO - VIA DORIA
TEL.  (+39)0184 206638