DOLCEACQUA (IM) BORGO ANTICO - VIA DORIA
 
visionarium 3-D

NON DISPONIBILE il registratore a 8 canali che conteneva la colonna sonora e gli impulsi a finito di vivere era un FOSTEX R8 purtroppo il trasferimento su un altro supporto non stato fatto in tempo

I DOCUMENTARI

PIGNA PAESE MUSEO
(1997)
20 minuti 4 proiettori (I)
PIGNA PAESE MUSEO

Cast tecnico
Soggetto: Cristiane Eluère
Sceneggiatura: Enzo Bernardini
Fotografia:Eugenio Andrighetto- Rino Antonio Grillo
Titoli: Franco Allavena
Voce narrante:Mario Federico Boeri
Regia : Andrighetto Eugenio
4 proiettori
durata 20 minuti
versione italiana
copyright ©1997 “u Bumbaixu”
presentato da:
Comune di Pigna-
Regione Liguria- 
Sovrintendenze Ministero per i Beni Culturali e Ambientali 
prodotto dal visionarium 3d di Dolceacqua
La trama Documentario appositamente edito per rappresentare la Liguria Museo a Cielo Aperto al Salone dei Beni Culturali di Venezia (5-8 Dicembre 1997). 
Esso descrive in sintesi, ciò che il territorio di Pigna e della frazione Buggio, può, nella sua dimensione spaziale e temporale, a pieno titolo considerarsi…..un vero e proprio  Museo a cielo aperto.
Emerge da questo comune lavoro la novità del concetto di “museo”, secondo quanto  già da qualche anno si va annunciando: non solo un luogo chiuso, riserva di conservazione e di comunicazione di oggetti e testimonianze della cultura, ma piuttosto un intero territorio con i suoi relitti e le sue sopravvivenze ambientali, edilizie, architettoniche, storiche, archeologiche, linguistiche, da interpretare attraverso il riconoscimento (opera di catalogazione) e la corretta comunicazione.
Quella di Pigna e della frazione Buggio essendo stata da sempre terra di confine, non solo dal punto di vista geografico-climatico (mediterraneo- alpino) ma anche politico-culturale, rappresenta una   unicità di  mixage  socio-ambientale di cui  il documentario magistralmente ne descrive  percorsi,  peculiarità e contrasti.
Solamente quì   possono  ammirarsi quasi in simbiosi,  paesaggi di olivi e lecci  ed estese foreste di pini, abeti e larici (Gouta, Melosa) con  rarissimi endemismi  floreali, riscoprire decine di abissi e grotte,  di cui alcune frequentate nel neolitico ( Tuvetto e  Tenarda),  viabilità medioevali  (mulattiera del sale  San Remo – Tenda), testimonianze sul passaggio  delle truppe napoleoniche, vestigia romaniche e  gotiche (San Tommaso, San Michele), affreschi e pitture del  XV secolo (Canavesio).
Affascinante l’immergersi nella monumentale struttura urbanistica del borgo, ricca di archivolti,  bifore, portali di ardesia di case padronali o di tipiche botteghe associati a vestigia di fattura tipicamente  rurale.
E la documentazione sugli antichi Statuti, le tradizioni, la vocazione ai canti e rappresentazioni in vernacolo, le figure tipiche, le attività artigiane e  agricolo  pastorali come  magistralmente  esposte  nel  museo etnico locale.

NON PIU' DISPONIBILE 25 12 2006 

I DOCUMENTARI | DICONO DI NOI | HOME PAGE
DOLCEACQUA (IM) BORGO ANTICO - VIA DORIA
TEL.  (+39)0184 206638

visionarium@uno.it