SONO UN VIAGGIATORE E CAMMINO IMMERGENDOMI NELLE MERAVIGLIE DEL NOSTRO PIANETA

 

INDIA ARUNCHAL ASSAM 18 03-10 04 2017

AUSTRALIA 14 05-18 06 2017

PUNA CILENA E BOLIVIANA IN AUTUNNO

ALASKA TRAIL

SELVAGGIO BLU SARDEGNA

SON DONG CAVE VIETNAM

CINA STONE FOREST

CINA LE MONTAGNE COLORATE

PALAU IL LAGO DELLE MEDUSE

RAFTING SUL RIO PACUARE

INDONESIA LA LAVA BLU

BURNING FESTIVAL

VAL DI SELLA SENTIERO NATURALISTICO

NYANMAR E IL LAGO INGLE

TANZANIA KENIA MIGRAZIONE DEI GNU

TURKMENISTAN la DERWEZE nota anche come: PORTA DELL'INFERNO DI UNA BELLEZZA SCONVOLGENTE DA VEDERE DI NOTTE

NEVADA GEYSER BLAKROCK DESERT

CIAD LA GOLA DI ARCHEI

RWENZORI MOUNTAINS

THE GLOW WORM CAVES NUOVA ZELANDA

GILF KEBIR e LA SISTINA DEL DESERTO

MONGOLIA I MONTI ALTAI

ANTARTIDE  MONTE EREBUS E LA SUA CALDERA BOLLENTE "IMPOSSIBILE" MA....

MESSICO per la MIGRAZIONE delle FARFALLE MONARCA

I PIGMEI DEL CONGO

ISOLA DI COMODO E I SUOI DRAGHI

ISOLA DI NATALE E LA MIGRAZIONE  DEI GRANCHI

TREK VIETNAM DEL NORD

TREK IN NUOVA ZELANDA

ISOLA DI PASQUA

BUTHAN

FESTA DEL GEREWOL NIGER

IRAN SCONOSCIUTO  

LEHUGUILLA CAVE

VANATU IL SALTO CON LA CORDA

SALITA AL KILIMANGIARO 

ARRIVATI DAL  TCHADAR LADAKH
il sentiero di ghiaccio, spedizione invernale nello Zanskar

in occasione della festa di Spituk (21-22 gen) 19 01 /  04 02 2012

 

Il canyon formato dal fiume Zanskar offre l'unica via che collega la valle dell’Indo con lo Zanskar per un breve periodo dell'anno fra metà gennaio e metà febbraio. Questa è l’unica via di accesso allo Zanskar completamente isolato da dicembre a maggio. Dopo l'apertura del Ladakh nel 1974, già alcune centinaia di attrezzati escursionisti hanno vissuto questa esperienza, unica in Himalaya. Da Chilling a Lingshed sono circa 60 chilometri percorsi dai locali in cinque giorni in condizioni ottimali. Non vi sono dislivelli poiché si rimane sul fondovalle che sale dai 3.400 metri ai 3.600. La fatica è quindi tutta riposta nel camminare o, meglio, scivolare. Sul ghiaccio non si usano i ramponi, gli zanskari vi scivolano sopra. La temperatura varia da pochi gradi sotto zero fino ai -35°. Di notte si trova riparo nelle grotte lungo il fiume, sono poche le possibilità di montare una tenda.
La nostra camminata si svolge interamente all'interno dell'ambiente glaciale delle gole del fiume Zanskar, ci addentreremo nel canyon assaporando i paesaggi e la selvaggia bellezza dei luoghi. Dal canyon ci innalzeremo fino al minuscolo ed isolato insediamento di Nyerak (3.670m), escluso anche in estate dai percorsi di trekking e poi, dal fiume, nuovamente saliremo a Lingshed. L'ampia conca dominata dal monastero della "luce infinita" (3.970 m) è una perla isolata in pieno inverno. La porta di entrata nella valle è una galleria naturale completamente scavata nella neve dall'acqua che scende dal villaggio. Giorni indimenticabili sotto i cieli cobalto dll'Himalaya, notti trapuntat d'oro toccando le stelle con le mani.
Il nostro sarà un trekking ad 'impatto sostenibile' con una valle remota dove troveremo ospitalità nelle case dei valligiani. Per due settimane scorderemo cosa sia una doccia calda o la luce elettrica e vivremo a stretto contatto con gli zanskar-pa. Condivideremo con i portatori le lunghe veglie nelle grotte, 'tappa naturale', incontreremo zanskar-pa che scendono a Leh per vendere il pregiato burro degli alti pascoli e studenti che tornano a casa per le vacanze invernali. Conosceremo direttamente la vita di una comunità completamente isolata fra i monti dell’Himalaya. La durata del trekking è legata alle condizioni del ghiaccio, peraltro ottimali in questo periodo

.

 

 

indietro